Contributi per mutui prima casa

Published on 1 June 2021 • Social

  Descrizione

    Con D.G.C. n. 58 del 24 maggio 2021, il Comune di Nizza  Monferrato ha recepito le disposizioni regionali di   attuazione della L.R. n. 18 del 09/04/2019 "Disposizioni in materia di sostegno ai mutui destinati alla prima casa", che specificano i criteri e le condizioni di accesso a questa tipologia di aiuto.

    Alla A.S.LO. (Agenzia Sociale di Locazione), che opera con personale comunale ed a titolo completamente gratuito,  è affidato il compito di contenere il disagio abitativo sociale connesso ai problemi abitativi e di concorrere a mantenere la proprietà della prima casa di abitazione, mediante la concessione di contributi a favore dei mutuatari in difficoltà nel pagamento delle rate del mutuo per sopravvenute e temporanee situazioni che incidono negativamente sulla situazione economica del nucleo familiare.

 Destinatari

- Mutuatari la cui rata è stata interrotta per il limite massimo di mensilità consentito per legge (diciotto mesi, ai sensi delle L.R. 244/2007), compresi  i genitori legalmente separati o divorziati, che  per effetto della sentenza o accordo omologato ai sensi della normativa vigente, non abbiano la disponibilità della casa coniugale di cui sono proprietari.

- Mutuatari che non sono più coperti da contratti assicurativi a copertura dei rischi quali cessazione di lavoro, insorgere di handicap grave, decesso (ai sensi delle L.R. 244/2007), compresi  i genitori legalmente separati o divorziati, che  per effetto della sentenza o accordo omologato ai sensi della normativa vigente, non abbiano la disponibilità della casa coniugale di cui sono proprietari.

Requisiti

- cittadinanza italiana o di un paese dell'Unione Europea ovvero per i cittadini non appartenenti all'Unione Europea, possesso di un regolare permesso di soggiorno;

- indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 26.000,00 euro;

- residenza anagrafica o attività lavorativa da almeno un anno nel Comune di Nizza Monferrato;

- non titolarità da parte del richiedente e degli altri componenti del nucleo familiare, di diritti esclusivi di proprietà (salvo che si tratti di nuda proprietà), usufrutto, uso e abitazione su ulteriori immobili di categoria catastale A1, A2 , A7, A8, A9, ubicati in qualunque località del territorio nazionale o su uno o più immobili di categoria catastale A3, ubicati sul territorio della provincia di residenza;

- l'immobile oggetto del mutuo prima casa non deve avere le caratteristiche dell'abitazione di lusso e la superficie massima dell'abitazione, misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, non può superare mq 95,00

- il valore iniziale del mutuo per l'acquisto della prima casa non può superare l'importo di 100.000,00 euro

Modalità

Il contributo è liquidato al termine del periodo di interruzione del pagamento delle rate di mutuo concessa dall'Istituto di credito ed a rimborso, previa dimostrazione della regolare ripresa del pagamento della prima rata successiva all'interruzione.

Il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni previste dalla normativa statale in materia di solidarietà o garanzia di mutui per l'acquisto della prima casa 

Nello specifico il sistema degli incentivi comprende contributi a fondo perduto per i mutuatari di importo corrispondente a;

- dodici rate mensili del mutuo per beneficiari con ISEE inferiore a 6.400,00 euro

- nove rate mensili del mutuo per beneficiari con ISEE inferiore a 10.600,00 euro

- sei rate mensili del mutuo per beneficiari con ISEE fino a 26.000,00 euro.

DELIBERA GIUNTA REGIONALE N. 02565_990_18122020
Attachment format pdf
Download
DELIBERA GIUNTA COMUNALE N. 58-2021
Attachment format pdf
Download
MODELLO DOMANDA (ODT)
Attachment format odt
Download